Diario dalla zona arancione – giorno 59 “un pizzico di normalità”

Era da mesi che non vedevo il mare, era da due mesi che non vedevo il mio centro d’equilibrio, di gravità permanente. Una boccata d’aria fresca essenziale per ritrovare vigore mentale.

Se per la parte più intima celo per me le parole che non hanno ragione di trovare un quadro logico, per quella che getta lo sguardo oltre l’orizzonte, è stato un susseguirsi di prime volte. La vista del golfo, Capri in lontananza maestosa e nitida, la bocca del Vesuvio a controllare il mare e le braccia di Posillipo e della costiera Sorrentina a non lasciarti andar via.

Vicoli stretti, con poca vita, ma che sembravano essere percorsi per la prima volta. Un pizzico di normalità nel cibo, quel gelato non mangiato camminando spensierato in un quasi estiva giornata, ma venduto d’asporto.

È stata una giornata che brutalmente ha mostrato una nuova realtà, ma nonostante ciò mi ha ritemprato l’animo. Manca poco, non sarà come prima, ma con un nuovo mondo capace di donare sorprese per quello che verrà.

A domani

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.