Diario dalla zona arancione – giorno 67

È arrivata finalmente la notizia ufficiale: da lunedì finiscono le restrizioni. Quasi non ci credo, sembra surreale dopo più di due mesi riprendere una sorta di normalità. Sorta perché resteranno le alcune restrizioni sul come accedere ai luoghi potenzialmente affollati, ma quello al momento non mi tange anche perché al momento l’unica cura è la prevenzione.

Saranno mesi strani, di tensione e scontro, cosa che non fa ben presagire. Il duo Meloni e Salvini hanno già iniziato a cavalcare tale malessere convocando la piazza per il 2 giugno. Una scelta irresponsabile, perché è giusto protestare, è giusto far sentire il malessere, è da pazzi ammassare persone in una piazza che provengono da tutti Italia. Basta un solo contagiato per creare il caos. Speriamo nel meglio.

Intanto questo venerdì va. Doveva essere un giorno speciale, 5 anni. Essendo fatalista mi faccio guidare e non vado allo scontro, ma c’è amarezza. Anche in questo caso lascio al tempo solcare la strada, saprà bene cosa fare.

A domani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.