Il mio “ri”primo post sul blog

È stato l’impeto di un sabato sera, lo svilupparsi di un pensiero, di una necessità, che da settimane mi correva tra le mani. Lo faccio o evito? Beh l’ho fatto: riapro WepSnack!

Quel blog, quello spazio che anni fa lasciai per tempo mi richiamava sempre con maggior forza. Ne avevo una forte necessità.

I primi passi sono stati gli stessi: scegli l’hosting, crea la grafica, installa i plug-in e una serie di altre scemenze che ti fanno sentire un Mark Zuckerberg dopo una serata alcolica con Aranzulla.

Ed ora? Ora che tutto esiste ed ha la sua grafichetta figa, come inizio?

Su questo è facile, la cronaca, specie in questi giorni, non fa mancare spunti. Poi a breve inizia anche la campagna referendaria, quindi chi più ne ha più ne metta. Il problema è il “primo post”, quel primo passo che (per me) è una ripresentazione ed uno start per quelli successivi.

Rileggendo il primo post di otto anni fa, passato l’imbarazzo, era chiaro che non era pubblicabile, così come quello successivo. Un adolescente ed una matricola universitaria, giacché hanno convissuto in me, sono realtà di un passato, un tempo agre a cui ripenso con dolcezza. Quindi che scrivo?

Beh semplicemente: (RI)Benvenuti su WepSnack!

(ri)benvenuti in questo spazio dove scriverò di attualità, di mie riflessioni, viaggi o esperienze quotidiane. Forse inserirò qualche racconto di fantasia o storie che nel corso degli anni mi hanno fatto maturare. Non aspettatevi grandi cose, anche se oggi l’ordinario è stramaledettamente sottovalutato!

Partiamo!

Michele Paolella

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Marta G. ha detto:

    Sarà un piacere (Ri)leggerti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.